Il riconoscimento vocale in Anatomia Patologica e Citologia

In Anatomia Patologica i requisiti per un sistema di riconoscimento vocale sono molto specifici.
In particolare per la fase macroscopica occorre che il medico abbia libertà di movimento. Ottimale sarebbe l'utilizzo di un microfono che permetta di avere le mani libere e poter controllare a voce l'intero applicativo senza la necessità di utilizzare tastiera e mouse. Il motore di riconoscimento vocale dev'essere molto robusto rispetto ai rumori di fondo provenienti dalle cappe di aspirazione.

Image
Image

recomed per Anatomia Patologica

I referti sono molto complessi: contengono osservazioni ed interpretazioni registrate sotto forma di numeri, lettere, simboli, acronimi e parole. Ad oggi nel workflow di produzione dei referti si impiegano sistemi di dettatura per registrare le osservazioni e le diagnosi per essere  trascritte e memorizzate nei sistemi gestionali. La procedura si conclude con firma digitale, stampa e consegna.

recomed, consente di gestire con la propria voce tutte le funzionalità dell'applicativo ospite (dai menu ai pulsanti, caselle di verifica ed ogni altra componente interattiva). E' possibile inserire a voce valori formattati nei campi, richiamare a voce modelli predefiniti nel campo di testo libero. I modelli possono a loro volta essere strutturati, includendo campi da compilare a voce.
Le correzioni sono possibili utilizzando i comandi vocali, che permettono la navigazione all'interno dei campi e del testo, la selezione e sovrascrittura del testo da correggere.

Le funzionalità di formattazione automatica dei dati (unità di misura, terminologia medica, spelling, simboli, acronimi, ecc...) supportano le attività di chi referta.

Sia in fase macroscopica che microscopica, recomed ottimizza il flusso di lavoro e riduce il tempo di rilascio dei referti.

© 2018 Reconice. All Rights Reserved. Powered by reconice